Il micromondo della Romulea rollii

Romulea rollii nell'AMP Torre del Cerrano

Sembra non esserci, ma c’è: come ogni anno la Romulea rollii è tornata a regalarci le sue speciali fioriture che preannunciano l’arrivo della primavera (vedi a proposito l’articolo dell’anno scorso). Il suo è un micromondo che facilmente si rischia di ignorare (e calpestare) se non si abbassa lo sguardo. Di seguito alcuni scatti di quest’anno, tra cui due bei fiori … Continua a leggere

Candido miraggio

candidomiraggio-frame_mod

Nevicata sulla costa del Cerrano Quando un incantevole manto bianco nasconde le ferite inflitte dall’uomo al paesaggio, il silenzio regna incontrastato e la natura predomina indisturbata, mostrando tutta la sua bellezza primigenia. E’ questo il senso del nuovo contributo video che vi proponiamo, avendo raccolto alcune immagini inedite sulla costa di Pineto e dell’area marina protetta Torre del Cerrano in … Continua a leggere

Parco Filiani: il valore del recupero ambientale di una cava d’argilla

1-parcofiliani3_lr

“In verità sono proprio gli spazi verdi “minori” delle città quelli di più immediata fruizione pubblica e pertanto anch’essi meritori di attenzione e di cura da parte delle civiche amministrazioni (oltre che dei cittadini, primi diretti fruitori).” Fernando Tammaro, Il paesaggio vegetale dell’Abruzzo, Edizioni COGESTRE, Settembre 1998 Sul versante collinare alle spalle dell’abitato costiero di Pineto sorge un parco meraviglioso. … Continua a leggere

Scoperte e curiosità “sulle orme di Filiani”… Nella Notte Bianca

1-IMG_5025

In occasione della notte bianca dello Sport e dello sport Paralimpico che si terrà tra il 16 ed il 17 23 e 24 luglio a Pineto c’è un appuntamento da non perdere a cui vi invitiamo a partecipare. Per una notte bianca alternativa e all’insegna dell’ambiente non mancate all’ESCURSIONE NOTTURNA “Sulle orme di Luigi Corrado Filiani”, alla luce delle torce … Continua a leggere

In mezzo ai mostri del cemento, la natura cerca di resistere: preserviamola!

calvano-airone

Immaginate Pineto senza i suoi pini, senza il suo parco Filiani, senza la pinetuccia, senza la sua duna, senza la sua torre. Immaginate ora un airone cenerino, uno dei tanti che popolano questi alvei fluviali, che si ritrova tutto d’un tratto, senza il suo ecosistema, senza il suo nutrimento, senza la sua casa. Un’immagine che esprime la solitudine nel non … Continua a leggere

Il cane: miglior amico dell’uomo, ma non del fratino!

vietato-accesso-cani_p021

È bello fare una passeggiata in riva al mare, soprattutto quando arrivano le stagioni più calde. A molte persone spesso piace portare con sé il proprio cane. Ma ci sono delle regole che la maggior parte delle persone purtroppo ignora o fa finta di ignorare. Innanzitutto si ricorda a tutti i fruitori della spiaggia che innanzitutto i cani vanno portati … Continua a leggere

Ecco di nuovo la Romulea rollii

1-2016-03-02_romulea002

Anche quest’anno – non c’è due senza tre – è tornata a fiorire la Romulea rollii, lì dove l’avevamo scoperta negli scorsi anni (2014, 2015). È sempre una grande gioia rivedere questo effimero e piccolissimo fiore, simbolo dell’Area Marina Protetta. La sua comparsa preannuncia l’arrivo della primavera e l’esplosione di colori che avverrà nei prossimi mesi sul prezioso habitat dunale. … Continua a leggere

L’airone cenerino

1-6-airone-mare-1

Un frequentatore delle zone umide delle nostre latitudini è l’airone cenerino (Ardea cinerea). È un uccello trampoliere di grandi dimensioni (fino a 1 metro di lunghezza) con zampe, collo e becco lunghi. Si presenta di colore grigio sopra e bianco–grigiastro sotto. Il becco, giallo-grigiastro, in periodo riproduttivo si tinge di colore arancio. Presenta una lunga e stretta penna nera sulla … Continua a leggere

Torre Cerrano, da 100 anni landmark della costa abruzzese

torrecerrano100

Torre Cerrano come la vediamo oggi è il frutto di diverse modifiche e aggiunte avvenute nei secoli. Il corpo originario risale alla seconda metà del XVI secolo ed è riconducibile alla classica tipologia delle torri costiere abruzzesi del periodo viceregnale (vedasi figura), a tre caditoie per lato. La forma è tronco-piramidale a base quadrata, con lato di 6 canne napoletane … Continua a leggere

La strage di Mutignano del 1944

1-IMG_3920

Il 24 marzo 1944, in una tiepida domenica mattina di inizio primavera, Mutignano scoprì la triste realtà della seconda guerra mondiale in modo casuale e tragico. Nella piazza antistante la chiesa di S. Silvestro, si trovavano una decina di persone e un gruppo di altrettanti ragazzi che, ignari, si intrattenevano giocando prima di entrare in chiesa per la Santa Messa; … Continua a leggere