Risultati finali gare di orienteering botanico

Il primo giugno 2016 si è svolta l’ultima gara del campionato di Orienteering Botanico 2015/2016 di Torre Cerrano. Nonostante gli ottimi risultati conseguiti dalle squadre di Simone D.C., Camilla C. e Riccardo S. della classe 3a della scuola primaria Nostra Signora di Pescara, con i tempi rispettivamente di 4’29,00”, 5’05,59” e 5’09,18”, la classifica finale non è mutata. Pertanto, vincitrici … Continua a leggere

Gare di orienteering botanico del mese di maggio

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nel mese di maggio nel Giardino Mediterraneo di Torre Cerrano si sono disputate diverse gare di orienteering botanico con protagoniste tre diverse scuole della provincia di Teramo. Il 4 maggio la scuola elementare di Alba Adriatica ha portato sul podio le squadre capitanate da Domenico R. (4’55,57”) della 3a A, Alessandro G. (6’10,69”) e Lorenzo D. (6’54,22”), rispettivamente delle 4e … Continua a leggere

La fauna nelle pinete

Pigliamosche

La pineta è il regno dello scoiattolo comune (Sciurus vulgaris). Tra l’avifauna sono stati segnalati il regolo (Regulus regulus), il rampichino (Certhia brachydactyla), lo scricciolo (Troglodytes troglodytes), il pigliamosche (Muscicapa striata), il pettirosso (Erithacus rubecula), il passero domestico (Passer domesticus), la cinciarella (Cyanistes caeruleus)… In questo habitat forestale vivono numerosi insetti: formiche, coccinelle, maggiolini, ecc.
Le pinete litoranee di Pineto e Silvi compongono, dunque, un ambiente di pregio assoluto per le Terre del Cerrano e l’intera costa abruzzese. Sarebbe auspicato ampliarle laddove possibile. Continua a leggere

La pineta

Pineta di pinus pinea

La pineta litoranea di Pineto è stata fatta piantumare per volontà di Luigi Corrado Filiani, possidente illuminato e benefattore di Pineto, nel periodo 1920-1930. Erano previsti rimboschimenti ogni venti anni per sostituire gli alberi malati o stentati. Il tratto che va dalla foce del torrente Calvano fino al torrente Foggetta è la cosiddetta “pineta storica”, mentre la parte a sud è frutto di piantumazioni del Corpo Forestale dello Stato negli anni ‘70. Continua a leggere