Una pericolosa graminacea americana sta invadendo le spiagge di Pineto e Silvi

IMG-20160825-WA0004

Lungo gli arenili è possibile notare in questo periodo una pianta erbacea con spighe spinose. Si tratta di una graminacea di origine americana: il Cenchrus spinifex Cav. (nome italiano nappola delle spiagge). La pianta predilige i suoli sabbiosi e produce dei globuli spinosi che, se involontariamente pestati a piedi nudi, si infiggono dolorosamente nella pelle. Il programma Life III dell’Unione … Continua a leggere

Giornata mondiale dell’ambiente – Go wild for life

wed2016

Oggi, 5 giugno, Giornata Mondiale dell’Ambiente, è bene ricordare a noi stessi e agli altri l’importanza della cura per il nostro ambiente. Il motto di quest’anno è “Go wild for life!”, cioè “darsi alla vita” ma anche “lottare per la vita selvaggia”, pensando alle battaglie per la salvaguardia degli habitat e degli animali selvatici, come rimarca anche il WWF nelle … Continua a leggere

Cavaliere d’Italia in sosta nell’area marina protetta

cavaliere_d_Italia_post1

Durante la sessione di censimento del fratino che si è svolta ieri, 17 maggio, per le zone di Silvi e Pineto, i volontari Alberto e Francesco hanno potuto osservare al binocolo una coppia di uccelli in sosta su uno degli scogli rocciosi che emergono nella zona del Cerrano, di fronte la pineta di Silvi. Solitamente piccolo rifugio per gabbiani, cormorani, … Continua a leggere

Ecco di nuovo la Romulea rollii

1-2016-03-02_romulea002

Anche quest’anno – non c’è due senza tre – è tornata a fiorire la Romulea rollii, lì dove l’avevamo scoperta negli scorsi anni (2014, 2015). È sempre una grande gioia rivedere questo effimero e piccolissimo fiore, simbolo dell’Area Marina Protetta. La sua comparsa preannuncia l’arrivo della primavera e l’esplosione di colori che avverrà nei prossimi mesi sul prezioso habitat dunale. … Continua a leggere

L’airone cenerino

1-6-airone-mare-1

Un frequentatore delle zone umide delle nostre latitudini è l’airone cenerino (Ardea cinerea). È un uccello trampoliere di grandi dimensioni (fino a 1 metro di lunghezza) con zampe, collo e becco lunghi. Si presenta di colore grigio sopra e bianco–grigiastro sotto. Il becco, giallo-grigiastro, in periodo riproduttivo si tinge di colore arancio. Presenta una lunga e stretta penna nera sulla … Continua a leggere

Vite parallele, cinque anni di area marina protetta

1-viteparallele_s_1

Il 7 aprile 2010 venivano pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana i decreti del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare del 21 ottobre 2009, “Istituzione dell’Area marina protetta denominata “Torre del Cerrano”, e del 28 luglio 2009 n. 218, “Regolamento recante la disciplina delle attività consentite nelle diverse zone dell’area marina protetta “Torre del Cerrano”. … Continua a leggere

Torna la Romulea, si avvicina la primavera

1-2015-03-04_romulea_01

Anche quest’anno abbiamo potuto testimoniare un’ampia fioritura di Romulea rollii sulla duna dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano. La presenza dello zafferanetto delle spiagge, simbolo vegetale dell’Area Marina Protetta, indica sicuramente una biodiversità vegetale da tutelare e ci ricorda la necessità di proteggere i preziosi habitat dunali che stanno lentamente scomparendo dalle coste italiane. Continua a leggere

Trivia multilirata, il gioiello dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano

1-2015-01-11_trivia2_0

Dopo alcuni anni, ho ritrovato sulla spiaggia anche la Trivia multilirata, detta anche volgarmente Trivia adriatica, piccolo e raro gasteropode dell’Adriatico. La conchiglia è delle dimensioni di pochi millimetri, leggera e colorata di un delicatissimo viola, che sfuma sul bianco alla base. Questo gasteropode è probabilmente la specie mediterranea meno comune tra le specie di Trivia. La sua presenza è registrata prevalentemente nel mare Adriatico, mare poco profondo e quindi habitat particolarmente unico nell’intero mediterraneo. Continua a leggere

La spiaggia deturpata

1-IMG_4756_r_lr

“Ed ecco sul tronco si rompono gemme: un verde più nuovo dell’erba che il cuore riposa: il tronco pareva già morto, piegato sul botro. E tutto mi sa di miracolo; e sono quell’acqua di nube che oggi rispecchia nei fossi più azzurro il suo pezzo di cielo, quel verde che spacca la scorza che pure stanotte non c’era” In questi … Continua a leggere